Insegne bilingui anche presso il nuovo scalo ferroviario collegato all’aeroporto

Il presidente dello SSO – Confederazione Organizzazioni Slovene Walter Bandelj si è rivolto con una nota scritta al presidente della società Aeroporto del FVG Antonio Marano e alla direttrice della società Trenitalia FVG Elisa Nannetti richiamando l’attenzione riguardante l’uso della lingua slovena nelle insegne pubbliche della nuova stazione ferroviaria collegata all’aeroporto di Ronchi dei Legionari che verrà a breve innaugurata.

Nella lettera, che è stata inviata per conoscenza anche alla presidente della Regione FVG Debora Serracchiani e alla presidente del Comitato Ist. Paritetico Ksenija Dobrila, il presidente Bandelj si complimenta per la nuova infrastruttura e la definisce come un importante obiettivo che avrà sicuramente un positivo ritorno per quel che riguarda l’offerta di servizi ai viaggiatori e ai turisti.

Il presidente del SSO – Confederazione Organizzazioni Slovene, inoltre, pone anche l’attenzione sul fatto che sia l’aeroporto che la nuova stazione ferroviaria si trovano nell’ambito d’applicazione della legge di tutela nr. 38/2001. In base alle disposizioni della norma anche i concessionari di servizi pubblici sono tenuti ad applicare quanto disposto riguardo l’uso della lingua slovena nelle insegne pubbliche.